L'arte del viaggiare lento

…. L’Italia antistress attraversata con un ritmo lento che da spazio alla riflessione e consente incontri fuori degli schemi...

Un altro viaggio nelle Marche

Un viaggio per vie traverse alla scoperta del filo comune che lega le molteplicità della terra marchigiana…

Dove cominicia l’Abruzzo

DUE TERRANAUTI IN AUTOBUS TRA SAPERI E GUSTO di Paolo Merlini e Maurizio Silvestri
Libri
L'arte del viaggiare lento
Libri
Un altro viaggio nelle Marche
Libri
Dove cominicia l’Abruzzo
Travel

Il Passo del Muraglione

In assenza di guide è sufficiente una buona carta. Basta fidarsi dei nomi, e l’Appennino ne ha di favolosi. Doppi, come Castelpizzuto, Buonalbergo, Rupecanina, Castelsaraceno, Girifalco o Papasìdero. Allarmanti, come Latronico, Timpa del Demonio, Passo della Femmina Morta, Gole dell’Infernaccio. Evocativi: Alpe della Luna e Alpe Tre Potenze, Gole del Sagittario, un monte detto Libro Aperto e un altro Sasso Tignoso. Enigmatici: Cozzo Gummario, Bacugno, Roghudi. Sperduti: San Pellegrino, Badia di Moscheta, Petrella Tifernina. Vuoi mettere con Brescia Ovest, Cavenago o Sasso Marconi, muti, afoni, spenti, con l’anima rubata da svincoli e tangenziali?” Paolo Rumiz – La Leggenda dei Monti Naviganti

Continue reading
Travel

Dal Passo dello Stelvio a Bormio

“La tecnologia può mettere la bellezza alla portata degli uomini, ma non semplifica affatto il processo che ci porta ad apprezzarla e possederla”. (Alain de Botton)

Come diceva Francesco De Gregori in Tutti salvi, canzone contenuta nell’album Scacchi e Tarocchi del 1985: “Scusate ma del Titanic ancora vi debbo parlare…”.

Ma guarda che vado a ricacciare per raccontarvi che ancora una volta sono salito al Passo dello Stelvio 2.758 m.s.l.m. 

Continue reading
Travel

La Croazia di mattina presto

 

Oggi, in questo mondo sovraffollato, non credo ci resti, per viaggiare davvero, altra direzione che l’Aurora
Paolo Rumiz, Tre uomini in bicicletta
Alla fine non ho saputo resistere. Ho preso e me ne sono andato! Purtroppo (o per fortuna) non per sempre, ma solo per pochi, lunghi, indimenticabili giorni. Un po’ è stata colpa di Francesco Cataluccio che ha scritto un magnifico libro edito da Sellerio: Vado a vedere se di là è meglio.

Continue reading
Travel

Alla scoperta di Trieste

Forse il viaggio, tramite l’osservazione di ciò ch’è ovvio e ordinario, può essere una terapia, un mezzo per far si che l’occhio esterno apra l’occhio interno. I vecchi segnali presso gli attraversamenti incustoditi dei binari ammonivamo: FERMATI, GUARDA, ASCOLTA. È ciò che Whitman ha definito: il profondo insegnamento della ricezione“.
William Least Heat-Moon Strade Blu – Einaudi

Continue reading
Travel

Ancona, il monte Conero e la spiaggia delle due sorelle

Rispetto all’Oriente vi sono ‘luoghi’ che io chiamo ‘di Passaggio’, nel senso che per andare con cognizione di causa su quelle lontane Vie è meglio passare prima per quelle più vicine a noi. Si comincia a conoscere usi, costumi, lingue, libertà e divieti, persino la cucina, e il loro modificarsi o evolversi di zona in zona. I miei ‘Luoghi di Passaggio’ li ho visitati per oltre trent’anni, studiandoli, cercando di capirli e innamorandomene a poco a poco.”
Mario Biondi, Strada Bianca per i Monti del Cielo, Ponte alle Grazie

Continue reading
Travel

Vagabondo in Engadina

Mi ricordo da bambino, di aver letto o di aver sentito le parole ‘The Great Divide’ cioè il Grande Spartiacque, che è poi la voce americana per indicare le Montagne Rocciose. (…) Le Montagne Rocciose sono troppo grandi, troppo lunghe, troppo importanti, per essere imponenti. (…) Le avevo oltrepassate, quando vidi il cartello, mi fermai, feci marcia indietro, scesi e mi misi sopra a cavalcioni. Faccia a sud. Mi fece una strana impressione il pensiero che la pioggia cadutami sul piede destro dovesse finire nell’Oceano Pacifico, mentre quella sul piede sinistro avrebbe trovato il modo, dopo innumerevoli miglia, di finire nell’Oceano Atlantico.”  (John Steinbeck – In Viaggio con Charley)

Continue reading
Travel

La polvere del mondo

Quest’inverno mi ha portato in
dote un pranzo con Massimo Raffaeli.

Di fronte a un piatto di
stoccafisso all’anconetana mi ha ammaliato con i suoi racconti che serberò
gelosamente tutti per me come ricordi preziosi. Dirò solo che quando l’ho
interrogato sul suo rapporto con il viaggio, mi ha spiegato che per lui “la
letteratura è già un viaggio”.

È sacrosanto, non c’è dubbio. Ma
se la letteratura è di per se un viaggio, la narrativa di viaggio che cos’è? Non
so, forse è “un viaggio nel viaggio”.

Continue reading
Guida Marche Touring Club
Libri

Marche: Ancona, il Conero, le spiagge; Urbino e il Montefeltro, Ascoli Piceno e i Sibillini

Guida Touring Marche

 

Panorami di mari e di monti, spesso insieme. Fughe di geometrie a colori sulle groppe arrotondate dell’Appennino, vaghi orizzonti da cui scendono le ombre violette del tramonto.
Suggestioni poetiche, musicali e artistiche avvolgono le Marche, regione plurale, multiforme e sfaccettata anche per il divertimento, fra assolate spiagge e borghi medievali, sagre gastronomiche e rievocazioni in costume, tesori d’arte e icone del paesaggio.

In questa guida:
– Ancona e il promontorio del Cònero, Pesaro e il suo territorio, Urbino e i suoi dintorni, Il Montefeltro, Fabriano e Camerino, Il Maceratese, Fermo e il suo territorio, Il Piceno e i monti Sibillini.

– 19 itinerari di visita, 100 foto a colori, 34 tra carte e piante; in apertura una sezione con tutti i suggerimenti e le indicazioni utili per organizzare il viaggio.

– Guida alle informazioni pratiche: 189 notizie utili, 280 luoghi di visita, 270 indirizzi dove dormire, 145 ristoranti, 281 spunti per tempo libero e lo shopping, 102 eventi e manifestazioni.

 

Acquista la guida dal sito del Touring club Italiano.

Continue reading